Recensione "Le sentinelle del Patto"


Libro: Le Sentinelle del Patto

Autore: Lorenzo Corti

Genere: Fantasy

Trama: Le Sentinelle del Patto è un romanzo fantasy che narra le vicende del nucleo Glamyr, un gruppo di novizi appartenenti al Patto, istituzione eletta dai popoli di Alerin per mantenere l'armonia tra le razze. Ma la pace, il cui desiderio aveva animato i padri fondatori, è un traguardo lontano e da molti ostacolato: il retaggio di guerre e violenze brucia ancora nelle coscienze dei popoli e il progresso tecnologico, reso possibile dalle preziose ma esauribili risorse di meteorferro, ha permesso la costruzione di macchine volanti, i velianti, ma anche di oggetti stravaganti e armi micidiali. In un futuro cupo, uno degli ultimi Custodi del Patto riesce nella missione disperata di usare il Ferrunico, un potente artefatto ferrico, per tornare nel passato, con lo scopo di impedire l'arrivo dei Pentari, razza mitica di giganti che ha distrutto i Draghi Vetusti, fomentato la caduta del Patto e sottomesso le altre razze. Per farlo, cercherà l'aiuto dei suoi anziani maestri nel futuro, ma ancora giovani e acerbe Sentinelle nel passato. All'interno di questa cornice e all'ombra della guerra che distruggerà il Patto, l'ignaro nucleo Glamyr è inviato in missione per concludere il noviziato e raggiungere il titolo di Custode: tra luoghi leggendari e tradizioni millenarie, tra inseguimenti e battaglie aeree, ogni personaggio sarà chiamato a mettere in gioco tutto se stesso per poter sopravvivere. Un terribile destino pesa su Alerin e la Guerra dei Continenti incombe: aiuterai il Patto a combatterla?

Recensione: Questo libro mi ha colpita con la forza di un uragano, ho trovato qualche assonanza con Il signore degli anelli anche se la storia si estende in modo molto diverso. Un libro molto particolare per diverse cose che ora vi esporrò che a me sinceramente hanno fatto molto piacere. Prima di tutto la storia inizia con Linethin e i suoi compagni, stanno cercando di salvare il mondo tornando indietro nel passato. Nelle successive 300 pagine lui quasi non viene più nominato e questo non stranisce il lettore, anzi, è così preso dalle vicende del passato del nucleo Glamyr che quasi si scorda della missione di partenza. In queste pagine consoceremo Aeran, Vagor, Elvodil, Geddyn e Glunar. Un uomo, un orco, un elfo, un ogre e un nano insieme sono ciò che costituisce un nucleo, una unione di più razze che collaborano e diventano qualcosa di più, una famiglia. Le pagine scorreranno tra le avventure del nucleo che si dividerà e si unirà, consoceremo il passato e alcuni segreti di ogni personaggio che incontreremo. Tra colpi di scena, battaglie emozionanti, tristezza, preoccupazione, amore, gioia e tanto altro questo libro ci accompagnerà inframmezzato da piccoli capitoli con curiosità, pezzi di storia, leggende, piccoli frammenti che arricchiranno la vicenda senza renderla mai noiosa o spezzata.

Uno stile di scrittura fluido e perfetto per quello che deve narrare, trama avvincente ed emozionante. Che dire, non vedo l’ora di leggere il seguito perché devo sapere della locandiera! Scherzi a parte, questo libro merita la vostra attenzione se vi piacciono le storie intense, intricate ma non confusionarie, personaggi interessanti e sfaccettati e pagine ricche di emozioni.

Il libro contiene inoltre la mappa del mondo di Alerin, il Glossario dei nomi, le Cronache, cenni sull'etimologia dei nomi.

Voto: 5 stelle


Recensione scritta da Arianna (@noileggiamo)